The Golden Lemon, UN PIENO DI ENERGIA! L’EVENTO HA RISCOSSO AMPI CONSENSI

Lo Spray Art Contest The Golden Lemon è giunto alla conclusione. La due giorni organizzata dall’azienda Canditfrucht ha attirato diversi visitatori nello stabilimento di Via Medici, a Barcellona Pozzo di Gotto. La gente ha ammirato e apprezzato le opere degli straordinari artisti di caratura internazionale. La loro potentissima carica espressiva è rimasta impressa su dodici fedeli silos dell’azienda che adesso hanno preso colore, calore e identità.

Non soltanto uno straordinario scambio di emozioni artistiche, ma anche un momento unico nel quale l’azienda si è confrontata con il territorio e con esso ha condiviso attimi di allegria, relax e spensieratezza. Partecipatissimi i due Happy Hour curati da BlanCo Café sulle installazioni eseguite da Emanuele Bucolo supportato da Ma Che Musica (luci) e CocusVivai (piante ornamentali) che, dalle 19 in poi, hanno trasformato lo stabilimento della Canditfrucht in un luogo di aggregazione e divertimento grazie anche alla musica dei DJ Mario Genovese e Francesco Barchitta. Si ringraziano, inoltre, l’agenzia Nicoceliadv per la gestione della comunicazione, Antonio Anolic (fotografo), Alessandro Bongiovanni (videomaker).

Ultimate le loro opere, gli artisti sono entrati in contatto con la gente di Barcellona Pozzo di Gotto, realizzando disegni su magliette e capi d’abbigliamento, scambiando opinioni e raccontando la loro esperienza nel mondo dei graffiti. Ieri sera la premiazione. Primo posto assoluto per Mser, proveniente dalla Romania. Sebbene il tema fosse libero, l’artista è stato premiato per l’attinenza del suo dipinto con l’ambiente circostante. Il compito della giuria è stato arduo e quindi riconoscimenti sono andati a tutti gli artisti che hanno colorato una piccola porzione di Barcellona Pozzo di Gotto grazie alla loro creatività: Zoow24, Thenewolder, Flecso, Chusky, Ero, Kero, Leroy, Pablo e, appunto, Mser.

Alla riuscita dell’evento hanno dato un valido contributo i partner Montana Colors, Graffitishop, Bad Deal (abbigliamento streetwear), Cosma Impianti (refrigerazione industriale), Associazione George Washington, La Mora Siciliana Spa (confezionamento di succhi di agrumi e di diverse puree di frutta), Orange Moon (produzione di prodotti dolciari e lievitati da forno artigianali), Only Juices S.r.l. (sviluppo e distribuzione prodotti a marchio), Cuore di Frutta, SunPower(fotovoltaico), 3EE-Efficienza Energetica, Tesla Powerwall (efficienza energetica), 3Cel (impianti fotovoltaici) e Macondo Barcellona P.G. di Barcellona Pozzo di Gotto.

Pienamente raggiunti gli obiettivi fissati dalla Canditfrucht che ha quindi vinto la sfida nella quale si è lanciata, aprendo le porte della fabbrica alla gente e regalando al territorio un evento unico nel suo genere.

LA MUSICA CLASSICA A PIRAINO ACCOMPAGNA L’ARRIVO DEL 2018

Le note della musica classica daranno il benvenuto al nuovo anno, al Palacultura “Don Puglisi”, a Gliaca di Piraino, che dopo aver visto la riapertura dei locali con il cinema, proprio prima delle festività natalizie, riapre ora i battenti anche alla musica di livello con il bellissimo concerto, diretto dal maestro Calogero LO IACONO.

Infatti nel pomeriggio del prossimo 5 gennaio, dalle ore 19, andrà in scena il primo “Concerto di Capodanno 2018″ proposto dalla Scuola Civica di musica “Mario Aspa” di Piraino e dalla Popular Symphonic Band di S. Stefano di Camastra che presenteranno il concerto di musica classica suonando pezzi di Johann Strauss. Continua a leggere

“Gli Aristojazz” e l’acustica dinamica

“GLI ARISTOJAZZ” E L’ACUSTICA DINAMICA

I Balocchi in scena in collaborazione con il SAE Institute

Messina – È decisamente uomo di backstage. La sua passione è l’audio. Ha mosso i primi passi da piccolissimo, al fianco di Sasà Neri e con una famiglia orgogliosa che lo aiutava a mettersi alla prova. Aveva dieci anni quando ha provato per la prima volta a maneggiare un mini desk tecnico durante uno spettacolo live. Anno dopo anno, si è fatto le ossa. Ed è – infatti – uno dei grandi giovani talenti di cui si compone la storia della Compagnia dei Balocchi. Poi si è iscritto al SAE Institute di Milano e oggi consegue il Bachelor of Arts in Audio Production, diventa cioè ingegnere del suono.

Simone Lo Presti, che in questi anni ha lavorato con il nome d’arte di Dj Biscotto, scelto quando era un bambino, è una delle ragioni fondamentali (assieme alle tante richieste degli spettatori) per le quali Sasà Neri ripropone, in nuovo allestimento, “Gli Aristojazz” dei Balocchi il 7 dicembre alle ore 21 al Teatro Annibale di Messina, con, tra gli altri, Alessandra Borgosano nel ruolo di Duchessa, Davide Colnaghi nel ruolo di Romeo, Gabriele Casablanca nei panni di Edgard, Michele Espro in quelli di Scat Cat e Margherita Frisone nella sua esilarante versione di Groviera).

Grazie a questa messinscena, a cui Simone Lo Presti ha dedicato la sua tesi per il Bachelor, a vent’anni appena compiuti, DJ Biscotto corona il sogno di sviluppare dal vivo il suo progetto di disegno fonico che riesce a dimostrare la possibilità di creare un set up audio adattabile ai diversi musical lasciando un margine d’intervento all’operatore. Tra protocolli di trasmissione digitale e altre “diavolerie”, si tratta di “dimostrare la versatilità del set up progettato”. In due parole, una cosa che si chiama “acustica dinamica”. “Con la Compagnia dei Balocchi – dice Simone – sono cresciuto. C’è un bellissimo rapporto con tutti i performers, e soprattutto con Sasà Neri. Inoltre, lo scorso quadrimestre abbiamo realizzato al SAE la produzione discografica de ‘Gli Aristojazz’ e quindi lo spettacolo del 7 dicembre è il giusto modo per poter completare tutto il processo di produzione audio del musical”.  

Non meno importante il Teatro scelto. Il Teatro Annibale di Messina è la “casa” della Stagione della Luna nella quale si esibiscono Compagnia dei Balocchi e Teatro degli Esoscheletri di Sasà Neri. Ma, soprattutto, è una struttura dalle caratteristiche tecniche ottimali, tanto che ha superato subito il rigoroso vaglio del SAE Institute che collabora alla realizzazione de “Gli Aristojazz” come una sorta di “controllore da remoto” del versante audio. “Spero – conclude Simone Lo Presti – che la sera del 7 dicembre il pubblico possa godere al meglio di tutte le sfumature sonore di questo magnifico spettacolo e possa ancor più apprezzare le ottime strutture (come l’acustica del teatro che ci ospita) che la città di Messina ci offre”.

????????????????????????????????????

 

TAOBUK APPRODA NELLE ISOLE MINORI CON UNA NUOVA RASSEGNA DI GRANDI SCRITTORI

I primi due appuntamenti a Santa Marina di Salina con Alessia Gazzola e a Pantelleria con Andrea Vitali

T

TAOBUK APPRODA NELLE ISOLE MINORI CON UNA NUOVA RASSEGNA DI GRANDI SCRITTORI

Gli eventi sono promossi dall’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo.

Sottolinea l’Assessore regionale al Turismo Anthony Barbagallo:

“Puntiamo sull’insularità come connotazione culturale e turistica oltre che geopolitica”.

 

«Taobuk, il prestigioso festival letterario di Taormina,approda nelle “isole minori” con una rassegnache vedrà protagonisti nomi di spicco della narrativa italiana e internazionale, come Alessia Gazzola, attesa il 17 agosto a Salina, e Andrea Vitali che sarà a Pantelleria il 2 settembre». A darne l’annuncio è l’Assessore regionale Anthony Barbagallo, alla guida dell’Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo, che promuove e sostiene la manifestazione. «Puntiamo sull’insularità come connotazione culturale e turistica oltre che geopolitica – sottolinea l’assessore Barbagallo – per esaltare la storia e le tradizioni di cui è ricco l’arcipelago di ben 109 isole che formano la Regione Siciliana, la prima al mondo per numero di siti inseriti nella World Heritage List dell’Unesco. Tra questi si segnalano appunto le Eolie, da cui partiamo per questo nuovo corso, alla scoperta di luoghi di impareggiabile bellezza e depositari di uno straordinario patrimonio materiale e immateriale».

 

L’innovativo progetto segna per Taobuk un altro rilevante traguardo. Dopo il grande successo riportato in giugno a Taormina dalla settima edizione, il festival fondato e diretto da Antonella Ferrara continua così ad espandersi sulla scia degli importanti eventi che, tanto per citarne alcuni, hanno visto lo scorso anno le carismatiche presenze di Luis Sepúlveda a Catania eTahar Ben Jelloun a Palermo, mentre non si è ancora spenta l’eco dell’intervento di Isabel Allende, di recente acclamata nel Teatro greco romano che sorge nel centro storico catanese.

 

La prima delle due tappe insulari prevede una conversazione con la scrittrice messinese Alessia Gazzola, che dialogherà con Franco Arabia sul suo ultimo giallo “Un po’ di follia in primavera”, balzato subito in testa alle classifiche, come del resto i precedenti romanzi del ciclo dedicato ad Alice Allevi, aspirante anatomopatologa, ovvero “L’allieva”, come recita il primo titolo che vede protagonista la pasticciona specializzanda, in corso all’Istituto di Medicina Legale di Roma.

 

L’appuntamento con Alessia Gazzola, fissato per le ore 19 nella piazzetta Monsignor Paino, è realizzato in collaborazione con il Comune di Santa Marina di Salina, grazie alla disponibilità del sindaco Domenico Arabia e dell’Assessore comunale al Turismo Linda Sidoti. Ad arricchire la serata saranno le letture dell’attore e regista Ezio Donato e gli intermezzi musicali affidati al soprano Margherita Aiello e alla pianista Claudia Aiello.

Il personaggio di Alice Allevi, che come la sua autrice sa mettere bene a frutto la propria esperienza di medico legale, sta per ritornare a grande richiesta anche sul piccolo schermo, a conferma del formidabile riscontro della prima stagione, trasmessa su Rai1 dal 26 settembre al 31 ottobre 2016, che ha fatto registrare oltre il 21% di share con una media di 4.800.000 spettatori. Alessandra Mastronardi (Alice), Lino Guanciale (Contorti) e Dario Aita (Arthur) saranno ancora gli interpreti della serie, intitolata appunto “L’allieva”, realizzata da Endemol Shine Italy e Rai Fiction.

 

È questo l’effetto Gazzola. Ogni suo racconto è ormai un bestseller, la narratrice si è rivelata un vero fenomeno anche all’estero, tradotta in varie lingue tra cui francese, tedesco, polacco, turco e spagnolo. Dicono di lei e della sua creatura: “Una Kay Scarpetta di nome Alice. Ricordate questo nome perché è il nuovo personaggio seriale che ci accompagnerà per i prossimi anni» (Luciana Littizzetto). E ancora «”L’allieva” mi piace tantissimo! La trama coinvolge, lo stile è vivo, si sorride e si ride, e poi si legge d’un fiato» (Alicia Giménez-Bartlett).

“Un po’ di follia in primavera” è il sesto caso e l’ultimo (ma sarà vero?) dell’imbranata ma meravigliosa Alice, che non a caso si chiama come il personaggio di Lewis Carrol. Il libro, edito da Longanesi nel 2016, era stato preceduto da “Una lunga estate crudele”, in cui avevamo lasciato l’autoironica antieroina con i suoi mille dubbi di giovane donna in lotta con la precarietà del lavoro e dei sentimenti, tanto capace quanto insicura, ancora immersa nello studio della specializzazione, ma pronta ad affacciarsi da adulta alla vita, al lavoro, all’amore. In questo nuovo capitolo la nostra, giunta finalmente alla fine della formazione professionale e superata (almeno così spera) la tragicomica goffagine, è alle prese con l’omicidio di un rinomato psichiatra, che era stato suo insegnante. Se anche questa volta Alice brancola nel buio, la sua vita amorosa non potrebbe (il condizionale è d’obbligo) andare meglio. Archiviati i tentennamenti (se non l’attrazione) verso lo scorbutico collega e superiore CC (Claudio Conforti), sta per convolare a nozze con il suo bel reporter, il gentilissimo, sia pur inafferrabile, Arthur Malcomess, mentre il padre di lui, il “Supremo” e temibile direttore dell’Istituto, va finalmente in pensione.

 

Un’altra indagine, ma un altro registro narrativo ci riserva“A cantare fu il cane”, che Andrea Vitali presenterà al Castello di Pantelleria il 2 settembre, alle ore 19,30, in dialogo con il vicesindaco Angela Siragusa, nell’ambito della “Notte della poesia”, in collaborazione con il Comune e con il supporto del Comitato Preziosa Pantelleria. Il romanzo, edito da Garzanti nel 2017, è stato accolto con entusiasmo dalla critica e dagli assidui lettori dello scrittore lombardo, che qui riporta l’orologio indietro, alla fine degli anni Trenta, per raccontare misteri e tresche di paese, il suo paese, Bellano, su quel ramo del lago di Como in cui ambienta da sempre le sue storie più belle.

“Il mondo è un libro e chi non viaggia ne conosce solo una pagina. Sant’Agostino

“Il mondo è un libro e chi non viaggia ne conosce solo una pagina. Sant’Agostino”

La Calabria una parte di mondo tutta da scoprire dove l’estate non finisce mai, dove l’ azzurro del nostro mare ne è la cornice. Porto Kaleo Resort | Una vacanza in un luogo speciale ad un prezzo speciale:

Camere Comfort
Periodo 4-11 giugno
€ 364.00 euro a persona a settimana tessere club inclusa.
Le prime 25 prenotazioni hanno incluso la seconda fila in spiaggia.
Riduzioni come da listino.
__________________________________________

Camere Comfort
Periodo 11-18 giugno 2017
€ 385.00 euro a persona a settimana
tessere club a partire dai 12 anni compiuti,
le prime 25 prenotazioni hanno incluso la prima fila in spiaggia.
Riduzioni come da listino.
__________________________________________
CONTATTA IL NOSTRO UFFICIO BOOKING
tel 0962/781101
fax 0962/781316
[email protected]

OMAGGIO A DOMENICO MODUGNO Il 7 maggio al Teatro Vittorio Emanuele di Messina

Omaggio a Domenico Modugno: il 7 maggio al Teatro Vittorio Emanuele di Messina oltre 150 artisti reinterpretano i successi del padre della canzone d’autore italiana. Tra gli altri, Antonella Ruggiero, Riccardo Pirrone, Lello Analfino, Nonò Salamone

Si terrà domenica 7 maggio a Messina lo speciale OMAGGIO A DOMENICO MODUGNO, l’evento organizzato da Nino Germanà con la direzione artistica e la regia di Alfredo Lo Faro e il patrocinio del Comune di Messina. L’imperdibile serata vedrà oltre 150 artistiriuniti sul palco del Teatro Vittorio Emanuele per celebrare lo straordinario musicista e attore, considerato il padre della canzone d’autore italiana, e il suo stretto rapporto con la Sicilia e con Messina in particolare. Originario di un piccolo paese in provincia di Bari, Modugno, che sposò una messinese, fu infatti ispirato dalla gente e dalle storie della Sicilia, di cui si fece portavoce scrivendo e interpretando numerose canzoni nel dialetto dell’isola, conosciute in tutto il mondo e divenute negli anni veri e propri classici del repertorio poetico e musicale italiano.

Nel corso di uno spettacolo magicamente narrato da Salvatore Nocera Bracco, a reinterpretare le più belle canzoni di Domenico Modugno saranno le voci della raffinataAntonella Ruggiero, del crooner Riccardo Pirrone, di Lello Analfino dei Tinturia, che già più volte nella sua carriera ha riproposto brani del Maestro, e di Nonò Salamone, il cantastorie amico di Modugno che come lui ha contribuito a diffondere il canto siciliano nel mondo. I quattro cantanti saranno accompagnati dall’orchestra Sinfonietta Messina, diretta dal Maestro Domenico Riina, con la partecipazione straordinaria di quattro solisti siciliani apprezzati a livello internazionale: il chitarrista Francesco Buzzurro, l’armonicista Giuseppe Milici, il clarinettista Nicola Giammarinaro e il fisarmonicista Pietro Adragna. In scaletta più di venti brani, non solo in dialetto siciliano, tra cui Lu pisce spada, Meraviglioso,Malarazza, Tu si’ ‘na cosa grande, Amara terra mia, La donna riccia. A impreziosire l’evento le coreografie di Marco Savatteri, che dirigerà i ragazzi della Casa del Musical.

“Con questo grande spettacolo racconteremo decenni di storia dell’Italia nel mondo, celebrando un artista eclettico e geniale che attraverso i suoi testi ha saputo creare non solo emozioni, ma anche rivoluzioni – spiega Nino Germanà – È straordinario come Modugno sia ancora oggi così attuale e ci auguriamo che questo evento culturale possa divenire uno strumento e un esempio di rinascita per la nostra città”.

 

Lo spettacolo avrà inizio alle ore 20.00. I biglietti (da 16,50 a 31,50 euro compresi i diritti di prevendita) sono disponibili nei circuiti Ticketone e Tickettando e online su www.ticketone.it ewww.tickettando.it.

 

Palermo, 29 aprile 2017

 

Ufficio stampa: Pietro Zolfo – [email protected]3395834824

 

INCONTRO ” un giorno in preghiera con San Rocco ” AMICI DI SAN ROCCO 20 Maggio RUOTI PZ

CONVEGNO EUROPEO San Rocco

Uniti nel nome di San Rocco ……per vivere la vera Misericordia di Dio.

Nel nome della Santissima Trinità cari amici e devoti di San Rocco vi esorto a vivere  tutti questo   nuovo appuntamento di fede  e spiritualità in questo diciassettesimo anno dalla nascita delle nostra amata associazione che porta il glorioso nome del pellegrino di Dio San Rocco .
Come ogni anno il nostro incontro spirituale che vede l’inizio del nostro anno pastorale si tiene nella splendida chiesa di San Rocco nella città eterna centro della cristianità, ricca di fede e di storia dove San Rocco brilla di quella luce che irradia non solo chi ci vive e quanti abitualmente la frequentano ma chiunque incontri il dolce sguardo di San Rocco viandante e pellegrino.
Amici carissimi di tutta Italia che vi metterete in cammino per raggiungere Ruoti il 20 maggio , ognuno di voi sente forte il richiamo di  questo nostro amico e fratello maggiore , che invochiamo , per essere sostenuti in questo itinerario  di vita nuova e Santa. Che ci affascina ma che spesso deve fare i conti  con le paure , le. Incertezze , le fragilità  della vita umana  che ampliano i margini di sfiducia.
Dunque oggi più che mai dobbiamo guardare alla santità  di San Rocco come un traguardo  possibile e accettabile  anche per noi , sapendo che Dio  da sempre ci ha scelti per essere santi  ed immacolati.
La paterna vicinanza del vescovo della diocesi di Palestrina e nostro vescovo ed assistente spirituale della nostra associazione europea Amici di San Rocco   S. E. Rev.ma mons. Domenico Sigalini  e per noi segnò tangibile della perfetta comunione con la Chiesa e di un cammino ben definito .
Concelebrerà  la Santa Messa il vicario  generale dell arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano -Marsica Monsignor Vito Telesca .
Alla manifestazione oltre ai gruppi , confraternite , comunità parrocchiali e comitati feste san Rocco ci saranno i sindaci dove San Rocco è partono , protettore o venerato .
Amici cari , con avvincente  entusiasmo lasciamoci  accompagnare da San Rocco in questo incontro  di spiritualità perché sia un giorno di continua ricerca di Gesù Cristo.
San Rocco e stato un convertito , un testimone  e un camminatore nel cuore della storia e dalla nostra Italia ed Europa .
Il suo esempio  spinga anche noi che ci fregiamo di essere suoi amici a riscoprire l’identità  cristiana del pellegrino.
Il Signore che ha reso San Rocco camminatore verso le povertà , verso i luoghi di culto dia anche a noi in questo pellegrinaggio il 20 maggio la gioia di incontrare Dio.
Amici guardiamo alla  santità di San Rocco  come ad un traguardo possibile per tutti.
Nell’attesa di  riabbracciarvi tutti e condividere con voi le meraviglie che Dio compie nei suoi Santi  saluto tutti con fraterno affetto .
Queste le comunità impegnate quest’anno e SORTEGGIATE tra le 1889 comunità d’Italia a portare le reliquie e la statua di San Rocco venerata in RUOTI in processione :
PORTATORI RELIQUIE SAN ROCCO : PIZZOFERRATO CH , SARCONI PZ , SERRA SAN BRUNO VV
PORTATORI STAUA SAN ROCCO : PORTIGLIOLA RC, TORO CB , ARIELLI CH
San Rocco una guida per tutti noi .

È molto strano , ed è altrettanto difficile per l’uomo di oggi pensare ad un giovane ricco , circondato da tutti gli agi della vita , stimato che si fa povero ,sofferente, pellegrino e va in cerca del disprezzo e del rifiuto .
Tutto questo però è luminoso e chiaro nella luce del Vangelo : CARITAS XTI URGET NOS, diceva l’ apostolo , MI SPINGE LAMORE DI GESÙ !
Ed ecco San Rocco negli ospedali , ai piedi dei malati , dei sofferenti , degli appestati , in tutti i luoghi del dolore e della sofferenza .
Noi pure siamo soliti invocare San Rocco nei bisogni temporali di gravi malattie e pestilenze del nuovo millennio : cancro , leucemie , epidemie che uccide senza tregua migliori di uomini , donne e bambini .
San Rocco ricorriamo alla tua intercessione presso il trono di quel Dio , che tu contempli nel paradiso ,
Siamo affamati d’amore, assetati di luce , avidi di conforto e di vita .
Tu glorioso San Rocco , che sulle vie del mondo seminasti l’amore è dispensasti la gioia e la misericordia di Cristo , continua ancora oggi ad essere strumento di grazia per noi .
Risveglia nei nostri cuori la comprensione e l’amore per  i fratelli che soffrono .
Aiutaci  a distruggere in noi divisioni ed egoismi .
Il senso dei nostri incontri e riscoprire la vera essenza di San Rocco , un uomo tutto di Dio e un amico per  i più deboli ed indifesi , una sorta di Vangelo vivente .
AMICI cari di San Rocco , comunità , parrocchie comitati feste e devoti ,
vogliamo  celebrare questo nostro nuovo incontro Europeo in onore del nostro amico e patrono San Rocco , facendo nostri i pensieri ed i sentimenti che occupavano la mente e il cuore del Santo. Così anche per noi la vita sarà illuminata dalla fede e sostenuta dalla speranza perché il Dio della vita, in Gesù Cristo, figlio suo, crocifisso e risorto per la nostra redenzione e salvezza, mantiene sempre le sue promesse di immortalità e di vita eterna. Amen
Fratel Costantino

Piraino – Presentato il progetto “Sportello di informazione e ascolto”.

Domenica 6 Novembre 2016, presso i locali del salone Parrocchiale di Gliaca di Piraino, l’Associazione Piraino 2.0 ha presentato il progetto “Sportello di informazione e ascolto”.
img-20161106-wa0020L’evento ha visto la numerosa partecipazione di tanti Pirainesi i quali hanno accolto con molto entusiasmo l’iniziativa.
Ad aprire i lavori è stato il presidente dell’Associazione, Antonino Serraino Middio, che ha salutato e ringraziato le istituzioni ed in modo particolare il parroco di Gliaca, Padre Antonio Mancuso, per la disponibilità dei locali.
Il primo intervento tecnico è stato quello di Azzurra Petruzzo, psicologa e componente del direttivo della stessa associazione, la quale ha spiegato nel dettaglio le funzioni, gli obiettivi e i destinatari del servizio.
img-20161106-wa0011Poi ha preso la parola la dottoressa Antonella Miragliotta,  funzionario dei Servizi sociali, la quale si è soffermata sulla descrizione del ruolo del servizio sociale in generale ed all’interno dello sportello d’ascolto e informazione, facendo riferimento anche alla propria esperienza professionale.
Infine è intervenuta la dottoressa Noemi Petruzzo,  assistente Sociale, che ha attenzionato l’importanza ed il valore del recupero del contatto nelle relazioni interpersonali, con riferimento alle nuove forme di comunicazione di massa (social network), al fine di prevenire la nascita del disagio sociale.
img-20161106-wa0021A conclusione degli interventi tecnici è stato lasciato uno spazio aperto al confronto e al dibattito, che ha visto un’ampia partecipazione dei presenti, i quali hanno posto quesiti e validi spunti di riflessione.
La Gionata si è conclusa con un piccolo aperitivo offerto da alcuni esercizi commerciali: l’angolo delle delizie,  la capannina e lo Snack bar di Cafarella e Fasolo.

Lo sportello di informazione e ascolto sarà aperto tutti i lunedì, partendo già da oggi 7 novembre, dalle ore 17.00 alle ore 19.00 presso i locali del salone parrocchiale di Gliaca di Piraino.
Per informazioni o chiarimenti i volontari saranno reperibili tutti i giorni ai seguenti contatti:
Azzurra Petruzzo (psicologa) 3888469809
Noemi Petruzzo (assistente sociale) 3208521527
Valentina Pintaudi (pedagogista)
3392091192

Messina, MaCa al lavoro sul murale per “Le Scalinate dell’Arte”

Messina e la contemporaneità MaCa al lavoro sul triplice murale della Scalinata Monsignor Bruno

foto MACA MURALEMessina – Al lavoro, nonostante il breve stop causato dalla pioggia. Minuscola figura che affronta un grande, triplice murale. MaCa, nome d’arte di Manuela Caruso, sta dipingendo il suo “Germe”, il progetto con cui ha vinto il bando de “Le Scalinate dell’Arte” dedicato al XXI secolo, ovvero “visioni, suggestioni, utopie e distopie del prossimo futuro”. Tre le superfici sulla Scalinata Monsignor Bruno alle quali sta lavorando l’artista: un pannello costituito da lastre in acciaio di 3,80 mt. x 16 mt e i due muri retrostanti, rispettivamente di mt. 7,00 x mt. 17,00 e mt. 2,50 x mt. 9,00. “E’ un’opera che racconta il futuro, come richiesto dal bando”, dice MaCa. “E per riuscire a raccontare il futuro è sempre necessario avere ben presente e conservare tracce del passato. Qui e lì, su questo grande muro, ci saranno perciò  piccoli cenni e riferimenti alla storia di questo luogo che mi sta ospitando e che continuerà ad ospitare il murale”.  “Le Scalinate dell’Arte” è il progetto pluriennale dedicato all’arte e agli artisti contemporanei messinesi, con il Comune di Messina come capofila e la società Team Project come partner, finanziato nell’ambito del Po Fesr Sicilia 2007-2013.

Iria Cogliani

Taobuk Festival e Ang a caccia di giovani scrittori, reporter e promotori culturali sui temi del confronto con l’altro e del dialogo tra culture – Scadenza 31 luglio

Giovani TaobukTaobuk Festival e Ang a caccia di giovani scrittori, reporter e promotori culturali
sui temi del confronto con l’altro e del dialogo tra culture
Fino al 31 luglio aperte le iscrizioni al contest “Noi e gli Altri” e al Taobuk Talent Scouting

img contest noi e gli altriDare voce alle giovani generazioni, ai loro sogni e alla loro creatività, valorizzare il talento e il protagonismo, giovanile, realizzare iniziative per la crescita culturale e sociale di ragazzi e ragazze. Su questi obiettivi si sono trovati in sintonia Taobuk – Taormina International Book Festival e l’Agenzia Nazionale per i Giovani, realtà da sempre impegnate a favorire l’integrazione culturale e diffondere la passione per la cultura. Consapevoli del prezioso impulso creativo che i giovani possono apportare, lanciano così due iniziative per ragazzi e ragazze tra i 18 e 30 anni, dedicati ai temi del confronto e del dialogo: il contest “Noi e gli Altri” e il Taobuk Talent Scouting. Ispirati al concept “Gli altri”, che caratterizzerà la VI edizione di Taobuk festival (10-17 settembre, Taormina), i concorsi sono aperti fino a domenica 31 luglio e si rivolgono ai giovani che abbiano aderito a un progetto di mobilità in Europa, e lo vogliano raccontare, o che abbiano un’idea nel cassetto riguardante la scrittura, la musica, la fotografia, il cinema o la lettura, e desiderino condividerlo.
Il contest “Noi e gli Altri” è rivolto ai giovani che abbiano condiviso un’esperienza di mobilità in Europa nell’ambito del progetto Erasmus o nel servizio volontario europeo o in partenariati e altri programmi comunitari. Due le sezioni del concorso: racconto breve e reportage giornalistico. I partecipanti potranno esplorare i concetti di alterità e confronto, accoglienza e tolleranza visti come essenziali nella costruzione di una cultura del dialogo tra le civiltà. «Un contest per parlare della loro esperienza in Europa come occasione di felice incontro e sintesi di tradizioni, linguaggi, culture – spiega Giacomo D’Arrigo, direttore dell’Agenzia Nazionale per i Giovani. Per evidenziare come la loro esperienza li abbia arricchiti, non solo dal punto di vista personale e professionale, ma anche umano, culturale e sociale determinando così una crescita per tutti Noi. Chi meglio delle nuove generazioni conosce l’Europa? Chi è più europeo di un giovane ragazzo di 19 anni che si trova a Londra, a Parigi, a Sofia oppure a Berlino, tramite il Servizio Volontario Europeo? Chi più di uno studente Erasmus di 20 anni può sapere cos’è il sogno europeo?».
Gli elaborati non dovranno superare 5400 battute (spazi inclusi) e dovranno essere inviati all’indirizzo email [email protected] entro il 31 luglio per essere valutati da una giuria composta da Taobuk, Ang ed esponenti del mondo della narrativa e dell’editoria. Il contest prevede un vincitore per sezione e dieci menzioni d’onore che saranno proclamati attraverso i canali ufficiali del festival (social e sito) ad agosto 2016. Il miglior racconto, il miglior reportage giornalistico e le dieci menzioni saranno pubblicati sul quotidiano La Gazzetta del Sud e sul sito www.taobuk.it. Inoltre, i due vincitori saranno ospitati a Taormina nelle giornate di sabato 10 e domenica 11 settembre in occasione della serata inaugurale di Taobuk Festival e ai successivi incontri con scrittori, autori, giornalisti. Tutte le info alla pagina web: http://www.taobuk.it/il-festival/noi-e-gli-altri.
Via libera alle idee con il Taobuk Talent Scouting che invita i giovani a ideare un progetto culturale per il festival Taobuk, sempre ispirato al tema “Gli Altri” e quindi al rapporto con la diversità, al confronto con l’alterità, alle interazioni con il prossimo. Una gara di creatività rivolta a ragazzi e ragazze anche non laureati, che potranno presentare le proprie proposte nei settori di cultura, spettacolo, comunicazione e promozione della lettura: dal video-making alla fotografia dal giornalismo alla scrittura e critica letteraria, dai social media, ai laboratori per bambini. La qualità e la fattibilità dei progetti saranno i criteri in base ai quali saranno valutate le proposte. I vincitori saranno ospiti del Festival sabato 10 e domenica 11 settembre, in corrispondenza dell’apertura della VI edizione, e potranno mettersi in gioco collaborando con gli organizzatori. Il form per le iscrizioni, da compilare entro il 31 luglio, è alla pagina web: http://www.taobuk.it/il-festival/taobuk-talent-scouting/#form-adesione-talent.
Info: www.taobuk.it – [email protected] – 349.2809383