Barcellona, lo psicologo dello sport Marco Italiano all’evento formativo dell’Asd Academy

BARCELLONA POZZO DI GOTTO. “La figura dello psicologo dello sport nelle dinamiche del settore giovanile”. E’ questo l’argomento principale che verrà affrontato dallo psicologo milazzese Marco Italiano nel corso della presentazione la stagione sportiva 2018/2019 dell’Asd Academy di Barcellona insieme ai propri partner: l’Individual Soccer School con il mister Giordano Piras e la Scuola Portieri “Numeri 1” con il mister Alessandro Pacifico. Continua a leggere

Diego Fazio da Academy Barcellona al Catania calcio.

Dopo solo un anno di vita, l’Academy Barcellona, associazione operante esclusivamente nel settore giovanile, è orgogliosa di comunicare l’ufficialità della firma di un contratto che legherà il barcellonese Diego Fazio al Catania calcio.
Il ragazzo, con caratteristiche tecniche e personali esclusive nel calcio giovanile, è stato accolto con entusiasmo presso la struttura di Torre del Grifo.
Diego disputerà il campionato Giovanissimi Nazionali con il Calcio Catania. Siamo felici di aver fatto parte della crescita calcistica di Diego, le cui qualità sono state molto apprezzate dai dirigenti della società rossazzurra. Continua a leggere

Sicilia Mundial torneo di Calcio giovanile a Barcellona P.G Stadio D’Alcontres

IV torneo Sicilia Mundial – trofeo Canditfrucht, dal 4 al 6 maggio allo stadio D’Alcontres di Barcellona Pozzo di Gotto, 15 società provenienti da Sicilia e Calabria suddivisi in tre categorie Primi calci, Pulcini ed Esordienti. La gare proseguiranno anche nel corso della giornata di sabato e la giornata si concluderà presso un locale di Portorosa, per la consegna degli attestati a tutte le formazioni partecipanti. Domenica mattina sono in programma le finalissime e alla 13 è prevista la premiazione, con la conclusione del torneo. 33 rappresentative, con una massiccia presenza di genitori ed accompagnatori, ospitate a Terme Vigliatore, Portorosa e Oliveri. “Il torneo – ha sottolineato Ignazio Costa, osservatore del Ac Milan – lo abbiamo voluto organizzare a Barcellona anche con lo scopo di far conoscere il territorio e creare una possibile ricadute positive sotto il profilo della promozione turistica dell’intero comprensorio”.

Questo è l’elenco della società partecipanti:
ACADEMY BARCELLONA
ASISPORT TAURIANOVA
REAL LIMBADI
SOCCER ACADEMY LUCA FUSCO
SC MIRABELLA
GIVA VITTORIA
ACADEMY GIOIESE
ACITREZZA CALCIO
NEW EAGLES
ACADEMY LAMEZIA
TRAPANI JUNIOR CLUB
DIGIESSE PRAIAMMARE
SPORTING CEFALU’
GIOVANILE CATANZARESE
SC CORIGLIANO

Academy Barcellona organizza Sicilia Mundial Trofeo Canditfrucht torneo di calcio Giovanile 18 Aprile presentazione

GIORNO 18 APRILE ALLE ORE 16 LA PRESENTAZIONE DEL TORNEO SICILIA MUNDIAL

Academy Barcellona comunica che in data 18 aprile 2018, alle ore 16, presso i locali dello sponsor Candictfrucht Orange Moon, si terrà la presentazione del IV Torneo Sicilia Mundial Trofeo Canditfrucht. La manifestazione, autorizzata dalla FIGC, e patrocinata dal Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, è in programma allo stadio “D’Alcontres – Barone” di Barcellona Pozzo di Gotto dal 4 al 6 maggio prossimi. Parteciperanno al torneo le categorie Pulcini 1° anno a cinque, Pulcini misti a sette ed Esordienti a nove. Stampa e appassionati sono invitati a intervenire.

In ogni caso serve una rivoluzione: questa Nazionale è figlia del sistema

Club miopi e scollegati dal mondo azzurro. Un campionato da riformare. Scuole calcio inadatte. E non è colpa degli stranieri

Fine di una storia. Zero, zero gol, zero in tutto. Una disfatta, un fallimento. Nessun alibi. Sfortuna, errori, limiti.

Non serve più a nulla rifugiarsi nella disperazione e nella vergogna. L’Italia fuori dal mondiale è una notizia colossale, non ha analogie, dopo sessant’anni restiamo a guardare gli altri. E lo facciamo per demeriti, non per altro. La commedia è conclusa come era incominciata, nell’ambiguità, nella scelta di un allenatore mediocre e di un gruppo che ha smarrito la dote che l’aveva accompagnata da sempre, lo stellone. Si chiudono le storie di grandi interpreti ma è il momento di fare Punto e a capo, è ora di cambiare. Quest’ultima lezione deve servire a cambiare la testa, non soltanto le teste del nostro calcio. L’Italia del football viaggia a due velocità: quella dei club e quella della federazione. Le società badano esclusivamente ai propri interessi commerciali, agli obiettivi di bilancio e ai risultati tecnici. Non tutte sono in regola, anzi, ricordando le parole dello stesso presidente federale, Tavecchio, sarebbero pochissime, si contano sulle dita di una mano, quelle autorizzate ad iscriversi ai campionati. Ecco il primo problema. L’omertà, la complicità, un sistema al quale manca la visione dello stesso, oltre al coraggio di denunciare e smascherare la furbata. Se un tecnico di categoria inferiore, come Pochesci, osa alzare il tono, è subito costretto a chiedere scusa e a pentirsi, essendo anche deferito agli organi di giustizia, piuttosto che essere convocato per capire le ragioni del suo sfogo e farne parte. La lesa maestà regna ancora in un mondo ingessato e gonfio di privilegi, una casta vera e propria.

La nazionale dovrebbe essere il prodotto finale di un lavoro che coinvolga tutto il mondo del football ma così non è, anzi è elemento scomodo per le strategie dei club, per l’egoismo dei tecnici e, al tempo stesso, vive una vita solitaria, separata dal resto delle altre rappresentative azzurre, mai in sincronia tecnica e tattica, di programmazione e di progetto. La federazione non va mai oltre il proprio condominio; avrebbe dovuto intuire e capire che la riforma dei campionati, prima di tutto, insieme con un disegno chiaro e organizzato sulle scuole calcio, sarebbe il primo passo di una grande riforma, da imporre e non da proporre o suggerire timidamente. La riforma deve partire dal governo, da ministri che, invece, esibiscono tronfi la propria carica ma non passano alla storia, mai, per interventi decisivi, strutturali, in sinergia con il ministero dell’istruzione. Lo sport nelle scuole è la base, è un fenomeno di cultura sociale, ne è la vitamina, il gioco del football non trova più spazio in nessun istituto, non si gioca negli oratori, non si gioca per strada, le scuole calcio sono siti, in alcuni casi opachi, disordinati tra loro, non c’è un disegno comune, la federazione non monitora, non vigila, non insegna, pur potendo contare su centinaia di docenti, ex calciatori e allenatori disoccupati, che potrebbero servire allo scopo e avendo a disposizione un centro tecnico, Coverciano, all’avanguardia. E, per evitare equivoci, non è un problema di invasione di stranieri. Nel duemila e sei avevamo la casa piena di foreign players ma arrivò il titolo mondiale.

Per attuare questo cambio di direzione serve una volontà politica e strategica, servono uomini forti, autorevoli, in grado di affrontare le questioni senza compromessi atti a raccogliere voti. L’immagine che offriamo all’estero è sconfortante. Passa attraverso le vicende di criminalità dei tifosi, le faziose sentenze della giustizia sportiva, i lamenti provinciali, nei tornei Uefa, di allenatori e dirigenti, una governance modesta, inadeguata, datata, polverosa. Non è facile individuare le figure capaci di prendere il comando, il potere ubriaca profili modesti, anche se l’esperienza offerta dal management di alcuni club dovrebbe servire come insegnamento. In caso contrario non cresceremo mai, continuando a vivere di speranze, di proteste e di telefonate ambigue. Credo, allora, che siano tutte, grandi illusioni. Archiviata la nazionale e la sua disfatta, torna immediatamente in scena l’Italia dei campanili, il derby di Roma, le altre sfide di serie A, il Var, i dibattiti sul quattrotretre.

In questo siamo campioni del mondo. Unici, imbattibili.

http://www.ilgiornale.it/news/sport/ogni-caso-serve-rivoluzione-questa-nazionale-figlia-sistema-1462956.html

Nasce la A.S.D. Academy Barcellona

Nasce la A.S.D. Academy Barcellona, una nuova realtà che si occuperà di calcio giovanile sul territorio. L’associazione, nata da diverse esperienze nel settore, ha già definito il suo organigramma societario che sarà così composto:
Presidente: Danilo Gelsomino
Vicepresidente: Mario Trifilò
Segretario: Salvatore Buccheri
Staff Tecnico qualificato UEFA B e UEFA C
Relazioni esterne: Benedetto Orti Tullo
Resp. Social e commerciale: Nino Ballariano
L’obiettivo primario della nuova realtà è quello di creare una scuola calcio di qualità con staff tecnico qualificato. Per questo si è scelta l’affiliazione al Genoa F.F., i cui tecnici professionisti seguiranno costantemente la crescita dei ragazzi.
La società utilizzerà come strutture i campi di calcio a 5 e a 7 in erba di Barcellona P.G., località Montepiselli.

Esordienti usd PATTESE-Boca ottima prestazione al torneo “Folgorino” di Milazzo!

Si è svolta Ieri mercoledì 31 maggio 2017 presso lo stadio “Marco Salmeri” di Milazzo la fase finale della 2a edizione del prestigioso Torneo Folgorino. Erano presenti i migliori club del comprensorio l’Associazione Vivi Don Bosco di Barcellona Pozzo di Gotto, Torregrotta calcio, AGA Messina, Folgore di Milazzo, Lipari calcio, Sirio Nuova Igea, F24, Pattese – Bo.Ca., Comprensorio del Tirreno, ecc…
Il torneo ha visto la partecipazione di centinaia di ragazzi molto preparati sia dal punto di vista atletico, che di tecnica calcistica. Una festa di autentico divertimento del calcio e della sportività dei ragazzi dagli otto ai quattordici anni, i quali hanno dato spettacolo delle migliori capacità sportive. Tutti gli spettatori si sono divertiti, perché hanno potuto tifare per i propri figli, per la propria squadra, ma soprattutto per coloro che hanno saputo giocare meglio e profuso più impegno.
Tra le prestazioni migliori si segnala quella dei ragazzi della categoria esordienti (11-12 anni) del Bo.Ca., una nuova associazione calcistica che raccoglie la selezione di tanti bambini del comprensorio tra Barcellona Pozzo di Gotto e Patti. I ragazzi hanno rappresentato i valori del calcio positivo e della sportività e si sono proiettati con impegno in finale contro la prestigiosissima selezione degli esordienti del Torregrotta calcio.
Dopo un gara altamente agonistica, gli esordienti del Bo.Ca. hanno vinto la coppa della categoria e meritati gli applausi del pubblico presente. Il loro portiere Giovanni Valenti ha meritato il trofeo personale come miglior portiere. La società ringrazia i misters Presti e Bartolotta per l’impegno profuso e l’abnegazione con la quale si spendono giornalmente ad insegnare ai più giovani i giusti valori dello sport.

A Macerata nasce un progetto eversivo per il calcio giovanile

2016-08-30_123324Ex giocatori e dirigenti parlano sul palco davanti alla platea attenta, al centro di una piazza storica, mentre a pochi metri una decina di bambini si rotola gioiosamente su cuscini di velluto, trasformando la piazza come meglio non poteva: in un campo di gioco. A Macerata sta nascendo un progetto che ha seri rischi di restare impopolare, perché vuole ribaltare i piani e lasciare la scena ai giovani calciatori: vogliono creare una scuola calcio in cui non si costruiscono giocatori bonsai, soldatini ubbidienti, ma bambini liberi, capaci di toccare il pallone con l’esterno del piede, la suola, di tacco. Continua a leggere

Calcio Eccellenza e Promozione Sicilia: Gli anticipi di sabato 18/01/2014

varie calcioCampionati di Eccellenza e Promozione, sabato 18/01/2014, i risultati degli anticipi della 19^ giornata, 4^ di ritorno:
Eccellenza girone A, sabato 18/01/2014:
Atletico Campofranco – Pro Favara 1-1
Leonfortese – Kamarat 2-1
Parmonval – Sport Club Marsala 1912 2-0
Classifica
: Leonfortese 40, Kamarat 38Alcamo 34, Serradifalco 33, Sport Club Marsala 1912*29, Riviera Marmi Custonaci 29, Parmonval29, Atletico Campofranco 26, Rocca di Caprileone 24, Pro Favara 24, Mazara 19, San Giovanni Gemini 19, Raffadali 19, Sancataldese 18, San Sebastiano*9, Folgore Selinunte 9. (*) Una partita in meno Continua a leggere